Affitti semestrali, debolezze riscontrate "sul campo"

Affitti semestrali, debolezze riscontrate

Da nni notiamo come tantissimi studenti che vengono a Milano per un singolo semstre, a Settembre o a Gennaio, non tro-vino nella offerta di appartamenti in locazione adeguata risposta alle loro esigenze.

Tipicamente il mercato si divide in due:

- appartamenti disponibili per un periodo minimo di 12 mesi, come quelli che gestiscono di norma le agenzie nostre consociate, che quindi rendono impossibile allo studente impegnarsi per un periodo in cui non sarà più a MIlano

- appartamenti disponibili short term, unicamente per locazioni di breve termine, dove le disponibilità degli stessi sono pieni di "buchi" per i periodi caldi delle fiere e dei saloni per cui il locatore non si vuole legare ad un contratto di più lungo periodo. C'e' poi da considerare che anche se si trovasse un proprietario disponibile a rinunciare a queste settimane "clou" dell'immobiliare milanese, come flusso di turisti, il prezzo richiesto allo studente sarebbe il doppio se non il triplo del canone long term che lo stesso studente prende a riferimento del mercato di cui al punto precedente.

Si crea quindi una grossa opportunità per i proprietari che siano disposti con due locazioni l'anno a soddisfare questa domanda, avendo sempre la casa affittata vista la grande affluenza di studenti Erasmus nella nostra città, avendo anche uno spread positivo di guadagno che puo' arrivare tranquillamente al 25-20%.

I calcoli che avevamo impostato precedentemente per questo tipo di business model locativo prevedevano la perdita del solo mese di Agosto, quindi il rinunciare all' 8,5% dell'anno, in cambio di un margine sul canone mensile che più che compensava questa rinuncia. 

L'esperienza sul campo vissuta quest anno, prima volta in cui le agenzie che contribuiscono al blog sono presenti con diversi appartamenti offerti per locazioni semestrali (sempre portate avanti con la formalità del 4+4 come abbiamo detto) ci ha mostrato che questa aspettativa e', purtroppo, eccessivamente ottimistica. Gli studenti non intendono corrispondere il canone di affitto per il mese di Luglio e difficilmente anche per l'intero mesi di Giugno, il secondo semestre è quindi problematico, come abbiamo crcato di mostrare nella foto che correda il presente post.

Due mesi equivalgono ad una rinuncia del 17% dell'anno, 3 a quella del 25%. NElla seconda ipotesi l'unico motivo per cui mettere in piedi una locazione semstrale e' quella di poter appoggiare poi la casa su una società o un business di breve periodo nel periodo estivo che un tempo era il più sfortunato nelle locazioni brevi ma che oggi, con il diventare di Milano una meta turistica accettata, può valere la pena.

La locazione semestrale tout court rimane quindi una valida opzione per chi voglia affittare il proprio immobile senza legarlo per lunghi periodi e si accontenti di un ritorno paragonabile ad una locazione di più lungo periodo, per poterci guadagnare di più e creare quindi un margine positivo che ripaghi il doppio lavoro se non quadruplo (nell'ipotesi che uno studente tipicament erimanga due anni) serve necessariamente organizzarsi per l'estate, idealmente con locazioni a breve termine.

 

Disponibili a sentire il vostro parere, vi invitiamo anche a condividere le vostre esperienze nelle locazioni semstrali scrivendoci come sempre a: info@housingmilan.com

Bocconi Rent: a high-standing estate agency specialized in Bocconi University surroundings